[an error occurred while processing this directive] [an error occurred while processing this directive] [an error occurred while processing this directive]


TorinoCultura > Primo Piano > Torino incontra Berlino
[an error occurred while processing this directive]


Torino incontra Berlino

[an error occurred while processing this directive]

Edit page New page Hide edit links

Il programma si declina in 4 trimestri e avrà in calendario diversi filoni: dai cicli di conferenze a carattere divulgativo e a ingresso gratuito dedicate ai grandi scienziati (a cura di Accademia delle Scienze), ai  filosofi (a cura delle Biblioteche Civiche ) e ai letterati tedeschi (a cura di Goethe-Institut Turin), agli incontri con la contemporaneità nell'arte in tutte le sue evoluzioni, dal cinema alla musica, al teatro, alle mostre, all'architettura.

Suddivisi in sezioni, gli appuntamenti – iniziati con un’importante anteprima al Teatro Regio domenica 9 novembre 2014, anniversario dei 25 anni della caduta del muro di Berlino - si trovano nell’opuscolo promozionale distribuito in tutti i punti informativi della città e visibile online su www.torinoincontraberlino.it

PROGRAMMA GENNAIO-FEBBRAIO-MARZO

L’apertura di gennaio-febbraio-marzo è affidata all’ARTE con Pietre d’inciampo Torino (Stolpersteine) il 10 e l’11 gennaio 2015 al Museo Diffuso della Resistenza (corso Valdocco 4/a). Si tratta di un monumento diffuso e partecipato ideato e realizzato dall’artista tedesco Gunter Demnig per ricordare le singole vittime della deportazione nazista e fascista. Oltre 40mila pietre sono state poste in mille e cento località di 16 paesi europei, richieste da singoli cittadini, associazioni o istituzioni. Anche a Torino sarà effettuata la posa di 27 pietre d’inciampo alla memoria dei deportati scomparsi nei campi di concentramento e di sterminio. L'iniziativa è sotto l'Alto Patronato della Presidenza della  Repubblica e promossa dal Museo Diffuso, dalla Comunità Ebraica di Torino, dal Goethe-Institut Turin e dall’Associazione Nazionale Ex Deportati (Aned) www.museodiffusotorino.it/PietredInciampoTorino 

Alcune mostre aperte nel 2014 saranno visibili anche nei primi mesi del 2015: la personale di SVEN MARQUARDT a Palazzo Saluzzo Paesana e nelle Cripte dell’ex Cimitero di San Pietro in Vincoli (fino al 12 gennaio), The Visitors (Die Besucher) di Petra Ellert alla Piancoteca Albertina (fino al 25 gennaio), ISA GENZKEN Basic Research Paintings, 1989-1991 e la personale di DAVID OSTROWSKI alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (fino al 1° febbraio).

Due LUCI D’ARTISTA resteranno installate per tutto il 2015 in omaggio a Berlino e all’incontro tra la nostra cultura e quella tedesca. Si tratta di ‘My noon’ di Tobias Rehberger (Esslingen, 1966), un grande orologio luminoso che permette di scandire le ore non in sessantesimi, ma in formato binario, meccanismo concettualmente alla base dell’orologio digitale, allestito in piazza Palazzo di Città e ‘Piccoli spiriti blu’ di Rebecca Horn (Michelstadt, 1944) al Monte dei Cappuccini.

Il 12 febbraio il Goethe-Institut Turin (piazza San Carlo, 206) ospiterà la conferenza ‘L’origine del bildakt/atto iconico. considerazioni sull’arte della preistoria’ di Horst Bredekamp uno dei maggiori storici dell’arte in Germania che racconterà la nascita e l’origine di uno dei fattori più influenti della cultura contemporanea: l’immagine

Sempre in piazza San Carlo 206, dal 17 marzo al 30 maggio si potrà ammirare lo “Strabiliante e esilarante mondo di NADIA BUDDE’ mostra dell’illustratrice berlinese, insignita di numerosi riconoscimenti, tradotta e pubblicata in diverse lingue.

Per la sezione MUSICA, all’Auditorium Giovanni Agnelli Lingotto il 27 gennaio la Mahler Chamber Orchestra si esibirà nelle nove sinfonie di Beethoven - I° concerto e il 15 febbraio Gewandhausorchester Leipzig avrà in programma il Concerto per violino e orchestra in re maggiore op.35 di Cajkovskij e la Sinfonia n. 2 in mi minore op.27 di Rachmaninov.
Il 2 febbraio la Filarmonica Del Teatro Regio Torino eseguirà il Concerto per violino e orchestra in re maggiore op. 61 di Beethoven e la Sinfonia n.3 in la minore op. 56 Mendelssohn-Bartholdy.
Alla Villa della Tesoriera il 19 febbraio sarà in programma il Recital del Pianista Martin Münch con il Concerto n. 2 per pianoforte e orchestra op. 100 (versione solistica) di W. A. Mozart, il concerto n. 2 per pianoforte e orchestra op. 100 (versione solistica) Alexander Glasunow , l’Adagio in Si bemolle maggiore di Mozart, la Sonata n.1 per pianoforte op. 76 Alexander Glasunow (a cura dell’Associazione Mozart Italia sede di Torino).

Per quanto riguarda il CINEMA, il Museo Nazionale Del Cinema ha programmato un calendario di proiezioni che spaziano dai classici della storia del cinema al rockumentary alla cinematografia del nuovo millennio. Nell’ambito dell’appuntamento settimanale Magnifiche Visioni: Festival permanente del film restaurato, il 20 e il 21 gennaio al cinema Massimo si potrà assistere alla proiezione del capolavoro Fitzcarraldo di Werner Herzog in copia 35mm ristampata dal Museo Nazionale del Cinema nel 2006. Sempre al Massimo, all’interno di Crossroads, il 20 e 21 febbraio sarà proiettato Lou Reed’s Berlin di Julian Schnabel rockumentary di Julian Schnabel che celebra Lou Reed e il suo straordinario album Berlin;  dal 4 al 31 marzo si terrà “Così lontano, così vicino. Il ‘nuovo’ cinema tedesco di ieri e di oggi” una rassegna che mette a conronto il cinema tedesco della Junger Deutscher Film con quello degli ultimi dieci anni.

In piazza San Carlo 206 si terrà il Film Forum al Goethe-Institut Turin: appuntamenti mensili con proiezioni in lingua originale e sottotitoli in italiano. Un programma di film su Berlino, raccontata nei suoi diversi luoghi e momenti storici, osservata da entrambi i lati del muro che l’hanno a lungo segnata e divisa fino al suo presente di città laboratorio e crocevia di culture.

Tra gli SPETTACOLI DAL VIVO, al Teatro Astra il 19, 20, 21 e 22 febbraio andrà in scena ‘Woyzeck’ di Georg Büchner, opera incompiuta a causa della prematura scomparsa del drammaturgo tedesco. Woyzeck è, nonostante tutto, un grandissimo atto di amore verso l’umanità, che nasce dalla nostra capacità di comprendere e commuoverci anche dell’orrore più profondo, mentre dal 24 febbraio al 1° marzo si potrà assistere alla prima assoluta di ‘Prawie-Raj/Quasi Paradisper la regia Robert Talarczyk.
La Casa del Teatro Ragazzi avrà invece due rappresentazioni: ‘
Il cielo degli orsi’ dall’opera di Dolf Verroen & Wolf Erlbruch dal 12 al 5 marzo e ‘L’anatra, la morte e il tulipano’, liberamente tratto da Ente, Tod und Tulpe di Wolf Erlbruch, il 28 e 29 marzo.

In agenda anche gli appuntamenti con la SCIENZA. All’Accademia delle Scienze (via Maria Vittoria 3) si svolgerà un incontro al mese sui grandi nomi della cultura scientifica tedesca Soci dell’Accademia stessa: 29 gennaio, Alexander von Humboldt, con Pietro Rossi e Massimo Livi Bacci; 19 febbraio, Carl Friedrich Gauss e Friedrich Karl von Savigny, con Alberto Conte e Mario G. Losano; 19 marzo, Justus von Liebig e August Boeckh, con Ermanno Barni e Gian Franco Gianotti.
All’interno dei GIOVEDÌ SCIENZA: GENI SI NASCE? il 26 febbraio, ore 17.45, al Teatro Colosseo si parlerà di ‘Neurobiologia dell’intelligenza tra genetica e stimoli socioculturali’. Gerhard Roth, direttore dell’Istituto di Ricerca sul Cervello di Brema, propone un’analisi della neurobiologia dell’intelligenza per comprendere l’interazione tra i fattori genetici e ambientali.

Un capitolo a parte è quello degli incontri sulla FILOSOFIA. Alla Biblioteca civica Alberto Geisser docenti ed esperti introdurranno il pubblico al pensiero e agli scritti di alcune fra le più importanti voci della filosofia tedesca: il 21 gennaio Immanuel Kant con Massimo Mori; 18 febbraio Georg Wilhelm Friedrich Hegel con Gianluca Garelli; 18 marzo Karl Marx con Enrico Donaggio.
Al Circolo dei lettori, dal 3 marzo, prenderà il via il ciclo di appuntamenti ‘
Berlino negli occhi dei Filosofi’. Pietro Kobau, docente di Estetica all’Università di Torino, guiderà i partecipanti in un viaggio nella filosofia tedesca vista attraverso le idee e le teorie di dieci pensatori, messi a confronto in cinque lezioni che ripercorrono il modo in cui ognuno di loro ha visto e sentito il mondo: 3 marzo La Prussia e l’Accademia: Hegel e Schopenhauer; 10 marzo Filosofia e grande politica: Humboldt e Hardenberg; 17 marzo La “miseria tedesca”: Heine e Marx; 24 marzo La metropoli: Simmel e Benjamin; 31 marzo L’avanguardia: Luxemburg e Brecht - Ingresso a pagamento

Tra i tanti eventi dedicati alla LINGUA E LETTERATURA TEDESCA  anche un gruppo di lettura creato dall’attrice e germanista Eloisa Perone. Si tratta di un percorso che va da Kafka al Barone di Münchhausen, dalle Affinità elettive di Goethe agli Anelli di Saturno di W. G. Sebald, classici e novità, per condividere passioni, domande e punti di vista. Gli incontri si terranno: il 20 gennaio alla Biblioteca civica centrale; il 10 febbraio al Circolo dei lettori; il 24 febbraio alla Biblioteca civica centrale;  il 10 marzo 2015 al Circolo dei lettori;  il 24 marzo 2015 alla Biblioteca civica centrale.

Dal 12 gennaio all’11 aprile il Goethe-Institut Turin avvierà un corso di conversazione, appositamente pensato in occasione di Torino Incontra Berlino, rivolto a chi ha già buone conoscenze di base della lingua tedesca ed è interessato ad esercitare e migliorare le proprie capacità espressive. Un viaggio ideale alla scoperta di Berlino, una città ricca di storia, in cui passato e presente si fondono, ma lo sguardo è rivolto al futuro. Il programma verrà sviluppato anche sulla base delle esigenze e delle richieste dei partecipanti.

Infine, all'interno del calendario di Biennale Democrazia, dal 25 al 29 marzo 2015, ci sarà uno speciale ciclo di incontri realizzato in collaborazione con Goethe-Institut Turin dedicato a Berlino e alla cultura tedesca: un prisma attraverso il quale rileggere la grande storia del Novecento, il ruolo della Germania nel processo di unificazione europea e nella formazione dell'identità occidentale.