[an error occurred while processing this directive] [an error occurred while processing this directive] [an error occurred while processing this directive]


[an error occurred while processing this directive]


Cinema

[an error occurred while processing this directive]

Edit page New page Hide edit links

Mole antonelliana, sede del Museo Nazionale del Cinema-2

Torino è una città che per il suo passato pionieristico e per la vivacità intellettuale – avvalorata dalla presenza di istituzioni e festival di grande prestigio – si segnala oggi tra le prime, in Italia, nella promozione e valorizzazione del cinema in tutti i suoi aspetti.

E’ soprattutto nell’ultimo decennio – e cioè più o meno a partire dalla celebrazione del centenario della nascita della settima arte – che Torino ha riscoperto e rinnovato la sua antica vocazione per il cinema.

Museo Nazionale del Cinema. Interno

Emblema di questa cinema renaissance torinese è, dal luglio 2000, il Museo Nazionale del Cinema, allestito all’interno del monumento simbolo della città, la Mole Antonelliana. Annoverato tra i musei più importanti al mondo per la ricchezza delle sue collezioni, il museo  - allestito su progetto di François Confino - è una delle esposizioni dedicate al cinema più moderne ed emozionanti, premiata da un successo di pubblico straordinario e crescente nel corso degli anni.

Charlie Chaplin, Tempi moderni

Arricchisce il patrimonio del Museo la Bibliomediateca “Mario Gromo”, che rappresenta uno dei centri di documentazione sul cinema e la fotografia più prestigiosi d’Europa, tanto per la vastità che per la varietà del materiale che vi è conservato.

Marilyn Monroe

Un ruolo importantissimo, nel sistema cinema torinese, è giocato dalla Film Commission Torino Piemonte, una Fondazione senza fini di lucro, voluta e sostenuta finanziariamente dalla Regione Piemonte e dalla Città di Torino. Operativa da settembre 2000, la Film Commission ha come primo scopo la promozione della Regione Piemonte e del suo capoluogo come location e luoghi di lavoro d’eccellenza per la produzione cinematografica e televisiva. Attirando sul territorio produzioni italiane ed estere, e al tempo stesso sostenendo l’industria cinematografica e televisiva locale, la Fondazione contribuisce a creare nuove opportunità di lavoro per chi opera nel settore.

Federico Fellini

Per rendere ancor più concreta l’attività della Film Commission, nel dicembre 2008 è stato inaugurato il Cineporto, un grande spazio attrezzato per accogliere le case produttrici che sempre più numerose vengono a girare a Torino. Non una Hollywood torinese, ma un grande centro di produzione, polivalente e attrezzato con le tecnologie più moderne e avanzate.

Ingmar Bergman

Grande successo di pubblico e di critica continua a riscuotere il Torino Film Festival, diretto a partire dal 2008 da Gianni Amelio. Non meno seguite sono, però, altre rassegne cinematografiche consolidate, come Cinemambiente e il Festival Internazionale di Film a tematiche omosessuali “Da Sodoma a Hollywood"  e l'ultima nata in ordine di tempo, Sottodiciotto Film Festival.

Marcello Mastroianni e Anita Ekberg

Contribuiscono a rafforzare l'identità di Torino come capitale europea nel settore cinema anche le manifestazioni che esplorano le nuove frontiere: le Giornate Europee del Cinema e dell’Audiovisivogli incontri di View Conference dedicati alla computer grafica, al digitale, al 3D e agli effetti speciali nonché ViewFest-Digital Movie Festival, festival di cinema digitale. E inoltre Cineshow,  prima fiera dedicata al video in tutti i suoi aspetti, dal cinema ad internet, alla televisione.

Jean Luc Godard

Infaticabile è poi l’attività dell’Aiace, l’Associazione Italiana Amici del Cinema d’Essai. Membro della Cicae (Confederation International Cinémas d'Art Européens), è un'associazione alla quale aderiscono numerose sale cinematografiche impegnate a proporre una programmazione di qualità. L'Aiace nasce nel 1962 ed è presente su tutto il territorio nazionale. La sede principale è però quella di Torino. Nata nel 1968, è infatti la realtà di punta dell’associazione per il numero di soci e per quello delle sale aderenti. Oltre che sul piano dell'esercizio, l'attività dell'Aiace si sviluppa su quello didattico-culturale con l’organizzazione di rassegne, anteprime e incontri con gli autori, m anche con corsi di cinema per studenti e appassionati, attraverso  i quali  docenti universitari, critici cinematografici e storici del cinema contribuiscono alla formazione di un pubblico sempre più qualificato.